• AGGIORNAMENTO ORDINARIO IN CORSO...

    Sito disponibile a breve

    Ma li conosci i tuoi? – Note di regia

    cartellone family

    Note di Testo

    Giulia e Filippo sono due amici adolescenti: hanno in comune la stessa scuola, la compagnia di amici e condividono, giorno dopo giorno, la difficoltà di crescere e rapportarsi con la propria famiglia.

    Tra loro comunicano moltissimo, soprattutto attraverso il cellulare e il computer: il problema è tra loro e i genitori. Le loro voci fuori dal campo ci aiutano ad entrar nella storia vissuta sul palco direttamente dai genitori con i loro confronti, le loro discussioni, le loro decisioni e le loro difficoltà.

    La nostra storia, scritta in chiave brillante, con uno stile vicino alla sit-com, affronta temi cari ai ragazzi tra i quali la sessualità, l’affettività, la separazione, la progressiva conquista dell’indipendenza.

    In questa società, dove il tempo per fermarsi e conoscersi sembra non esserci più, il dialogo e la conoscenza sono la chiave per coltivare i rapporti e comprendersi tra adulti e adolescenti; un eterno conflitto che cambia per situazioni sociali e storiche ma che da sempre esiste.

    Note di Regia:

    “Ma li conosci i tuoi?” è un interrogativo che in molti, anche già adulti, si pongono. Proprio da questa domanda è nata l’idea per la nostra produzione teatrale.

    Al testo, scritto con le dinamiche della sit-com, viene dato un taglio registico esilarante, comico e a tratti surreale. Attraverso i dialoghi semplici di immediata comprensione e la recitazione serrata, quasi cinematografica, il giovane pubblico avrà la sensazione di vedere e sentire, come nattraverso uno specchio, ciò che gli adulti/genitori a loro non dicono. Ecco quindi in scena apparire due coppie diverse tra loro, ma unite dal mestiere di genitore, che vivono la quotidianità della famiglia in relazione ai propri figli.

    Come ormai nostra consuetudine, ogni scena recitata viene intervallata da canzoni e coreografie veicolando i messaggi proprio attraverso l’emozionalità della musica e la leggerezza della commesia.

    L’intento di questo spettacolo è di far riflettere i ragazzi sull’importanza dei legami e delle emozioni per appassionarli così al dialogo dei sentimenti.

    Testo e regia di Chiara colombo – Durata: 1 ora e 10 minuti

    h

    %